GLI ARAZZI DI AUBUSSON /9: Rivendell

Tra i fili dell’Arazzo

Rivendell – Arazzo 3,2mx3,2m.

La tessitrice Françoise Vernaudon ha unito le forze a quelle di altre due artigiane, Anne Boissau e Nathalie Mouveroux, per realizzare questo enorme arazzo che ha richiesto almeno 2000 ore di intenso lavoro. Le tre tessitrici hanno lavorato insieme alla cartonista Delphine Mangeret che ha disegnato il cartone preparatorio, grande ben 10 mq.

Delphine Mangeret mentre lavora al cartone di Rivendell

La tessitura dell’arazzo ha richiesto quasi 4 mesi di lavoro, ed è stata effettuata con telai a basso ordito (ovvero grandi telai orizzontali): si tratta di una tecnica complessa e che richiede un lavoro estremamente preciso e definito sin dal cartone preparatorio. Col telaio a basso ordito le tessitrici tessono sul rovescio del futuro arazzo, controllando solo parzialmente il lavoro nel suo divenire, ponendo uno specchio tra i fili di ordito ed il cartone che guida la tessitura (l’arazzo infatti viene arrotolato man mano che questa avanza). L’opera così conserva il suo mistero per tutta la fase di lavorazione.

Le stesse tessitrici, di fatto, hanno visto per la prima volta l’arazzo terminato solo al momento del taglio dei fili dell’ordito. 

A liberare dal telaio il grande arazzo per la cerimonia di presentazione è stato l’ambasciatore britannico Lord Llewellyn che, dopo un emozionato: «Sono pronto!», ha iniziato a tagliare delicatamente i fili dell’ordito. Dopo di lui è intervenuta Baillie Tolkien, nuora del Professore, esperta nell’esercizio poiché si trattava della sua quarta partecipazione al progetto. Al momento dello svelamento, un lungo applauso ha accolto una delle opere più grandiose che il progetto avesse fino a quel momento presentato. I visitatori hanno quindi potuto avvicinarsi e toccare con mano un’opera fedelissima all’originale, cercando forse di scovare tra i fili colorati la lagrima versata dal piccolo Christopher.

Baillie Tolkien non smette mai di sottolineare quanto sia convinta che il Professore sarebbe stato deliziato dal magnifico lavoro dei tessitori. Ci appropriamo anche noi della sua convinzione!

L’opera è esposta negli spazi espositivi della Cité dal 22 maggio 2019.

Rivendell oggi

Molti di voi conosceranno perfettamente queste illustrazioni che hanno reinterpretato quella del Professore, regalandoci altre bellissime visioni della valle più famosa dell’universo tolkieniano.

Gli illustratori sono nomi a noi ben noti!


Bibliografia

  • J. R. R. Tolkien, Lo Hobbit;
  • J.R.R. Tolkien, Il Silmarillion;
  • W.G. Hammond, C. Scull, J.R.R. Tolkien Artist and Illustrator;
  • W.G. Hammond, C. Scull, L’arte de Lo Hobbit di J.R.R. Tolkien;
  • Società Tolkieniana Italiana, Dizionario dell’Universo di J.R.R. Tolkien;
  • Cité internationale de la tapisserie Aubusson;
  • Tolkien Gateway.

Lascia un commento