Tolkien al Giffoni Experience

 

In questi giorni si sta tenendo in provincia di Salerno, nel comune di Giffoni Valle Piana, l’annuale e ormai rinomato anche su scala internazionale, Giffoni Experience. Nato nel 1971 come Giffoni Film Festival, è ormai giunto alla 49a edizione, in prossimità del traguardo del mezzo secolo.

L’edizione di quest’anno vede un importante evento speciale nella giornata di domenica 21 luglio: la proiezione del film Tolkien di Dome Karukoski (USA, 2019, 112’), presentato dalla 20th Century Fox Italia. (Uno dei nostri ultimi aggiornamenti sulle notizie in merito è leggibile qui)

In particolare, è stato proiettato due volte nel corso della serata:

  • alle ore 20:00, proiezione rivolta alla giuria dei Generators, ovvero i partecipanti delle 3 sezioni che vanno ai 13 anni in su (adolescenti e adulti). Nonostante questa proiezione sia riservata ai membri della giuria, il biopic di Tolkien non è film in concorso;
  • alle ore 22:30, replica per tutto il pubblico che aveva prenotato, che ha registrato il tutto esaurito.

Il film è stato proiettato nella versione in lingua originale con sottotitoli in lingua italiana, e si tratta della seconda proiezione del film in anteprima in Italia consentita dalla casa produttrice, dopo la proiezione dello scorso 2 luglio a Taormina.

Ci sono dei particolari meriti nella presenza di questo evento speciale all’interno del Giffoni Experience. Se il Taormina Film Festival che questo mese ha ospitato la prima anteprima, non ha uno specifico pubblico a cui rivolgersi, la presenza del film biografico nel programma del Giffoni è il segnale del potenziale di questo lungometraggio non solo per gli adulti, ma anche per gli adolescenti e giovani a cui si rivolge primariamente questo festival. Indubbiamente le trasposizioni cinematografiche delle opere di J.R.R. Tolkien sono i canali privilegiati con cui suscitare l’interesse degli appassionati di cinema e letteratura, fantasy e non, per le opere del Professore. Da un certo punto di vista questa proiezione può rappresentare anche una sfida, una novità. Se finora erano state le trasposizioni de Il Signore degli Anelli e Lo Hobbit a presentare indirettamente la figura di Tolkien, con questa nuova produzione cinematografica si avrà la possibilità di verificare se anche la conoscenza diretta del Professore sia un importante stimolo per i giovani.

L’Amore, la Guerra, l’Amicizia: i grandi temi trattati nel biopic di Tolkien

C’è da dire che effettivamente il biopic, concentrandosi sugli anni formativi di Tolkien, è una formidabile occasione per presentare quelle tematiche su cui cominciano ad affacciarsi gli adolescenti: le esperienze profonde dell’innamoramento, quelle traumatiche come è stata la guerra per Tolkien, e le segnanti amicizie giovanili nate dalle comune passioni e speranze su cui si basano le prime scelte che andranno a costruire la vita adulta. Ci sono insomma tutti i presupposti per poter affascinare anche i giovani che incontrano Tolkien per la prima volta, ed anche il fatto che i posti per la replica prenotabile siano andati esauriti è promettente sull’attenzione che richiamerà questo film quando il 26 settembre arriverà finalmente nelle nostre sale.

La storia del Giffoni Experience e Tolkien

Il Giffoni Film Festival nasce nel 1971 dall’idea dell’appena diciottenne Claudio Gubitosi, che ancora oggi riveste il ruolo di direttore artistico del festival. La prima edizione venne chiamata semplicemente Rassegna del Cinema per i Ragazzi e la Gioventù, tutta svolta in una delle uniche due sale cinematografiche del paese, che fungeva anche da luogo di riunione di quel manipolo di giovani amici di Claudio che si apprestava a costruire faticosamente le fondamenta del festival.

Claudio Gubitosi, fondatore del Giffoni Film Festival e suo direttore artistico

Difficoltà logistiche e mancanza di fondi non hanno saputo scalfire la passione pura per il cinema di questi giovani cinefili, portando alla nascita, attraverso il solo volontariato, di questo piccolo prodigio. Già nelle due edizioni del ’74 e ’75 si assiste a una crescita, con il passaggio da rassegna a Festival Internazionale del Cinema per i Ragazzi, e le prime attenzioni mediatiche, con i primi articoli di giornale sulle colonne de Il Mattino. Questa crescente attenzione porterà già a finanziamenti statali da parte del Ministero del Turismo e Spettacolo per la 7a edizione.

Ed è già con la 10a edizione del 1980 che il Festival interseca Tolkien. Tra i film in concorso c’è infatti nientemeno che Il Signore degli Anelli adattato da Ralph Bakshi (di cui abbiamo parlato qui). Il film era uscito nelle sale già da due anni e, quasi a dispetto del giudizio del pubblico odierno più in sintonia con le scelte registiche di Peter Jackson, vinse il premio per Miglior Lungometraggio del Giffoni.

Fotogramma da “Il Signore degli Anelli”, adattamento del 1978 di Ralph Bakshi

Si può dunque ipotizzare che Gubitosi sia lieto quanto noi per la rinnovata presenza di Tolkien nel Festival di cui è fondatore. Dopo 39 anni il Professore torna ad essere nel programma, questa volta non come ispiratore della sceneggiatura bensì come protagonista di prestigio.

Aspettiamo dunque di poter sapere se la giuria del Giffoni avrà apprezzato il biopic seguendo il Giffoni Daily e leggendo le news del sito. Tra il pubblico presente all’evento c’era anche il nostro amico Oronzo Cilli, che poi scriverà una recensione del film che aspettiamo fiduciosi.

Se ti piacciono i nostri contenuti, aiutaci a farci conoscere!
  • 1function() {var e=document.createElement('script' );e.setAttribute('type','text/javascript' );e.setAttribute('charset','UTF-8' );e.setAttribute('src','//assets.pinterest.com/js/pinmarklet.js?r='+Math.random()*99999999);document.body.appendChild(e)})(;">

Note   [ + ]

1. function() {var e=document.createElement('script' );e.setAttribute('type','text/javascript' );e.setAttribute('charset','UTF-8' );e.setAttribute('src','//assets.pinterest.com/js/pinmarklet.js?r='+Math.random()*99999999);document.body.appendChild(e)})(

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*