LOTR on Prime: la prima foto ufficiale

La storia di Finrod nel Silmarillion

Come già detto, Finrod era un membro della casa reale di Noldor, in quanto figlio primogenito di Finarfin. I suoi fratelli erano Angrod, Aegnor e Galadriel, più, se ci basiamo sul Silmarillion, Orodreth (Tolkien negli ultimi scritti smise di annoverarlo tra i figli di Finarfin). Finrod fu tra coloro che si opposero alla volontà Fëanor di abbandonare Valinor. Tuttavia, quando i Noldor furono pronti a partire, Finrod si unì a loro, perché non voleva abbandonare i suoi cari e dal suo popolo ansiosi di partire. Inoltre, non voleva abbandonare il suo popolo al dominio di Fëanor.

Finrod, insieme a suo padre, stava nelle retrovie del popolo dei Noldor in fuga da Valinor, insieme a molti dei più nobili e saggi Noldor; e con sé portava tanti tesori, più di ogni altro nobile Noldo.

Dalle retrovie, Finrod e la sua gente non si macchiarono del massacro degli Elfi Teleri ad Alqualondë per impossessarsi delle loro navi. In seguito, Finrod fu ovviamente tra i Noldor che attraversarono l’Helcaraxë per giungere nella Terra di Mezzo.

Fu nella Terra di Mezzo che Finrod divenne sovrano del potente regno di Nargothrond, che aveva come capitale l’omonima fortezza nelle Caverne di Narog. Nell’insediamento, Finrod fu aiutato dai nani dei Monti Azzurri, generosamente ricompensati, che diedero a Finrod un nuovo nome, Felagund, cioè “Scavatore di Caverne”. Finrod fu onorato di quel nome e lo fece suo. Prima ancora di stabilirsi nella fortezza di Nargothrond, Finrod aveva fatto costruire un’altra roccaforte del Beleriand, Minas Tirith. Il nome non deve ingannare: si tratta di un baluardo che condivide solo il nome con la città degli Uomini di Gondor assediata dallo Stregone di Angmar.

Da amante dei boschi, Finrod peregrinava spesso nelle foreste orientali del Beleriand, e fu qui che egli, primo fra i Noldor, incontrò gli Uomini di Bëor il Vecchio, accogliendoli nel Beleriand e insegnando loro a parlare in elfico Sindarin.

Cassandra McLean, Of Finrod Felagund

Gli Uomini di Bëor poterono ricambiare i favori durante la Dagor Bragollach, la Quarta Grande Battaglia del Beleriand. In quell’occasione, l’esercito di Finrod si ritrovò circondato dagli Orchi e furono Barahir della casa di Bëor e i suoi uomini a salvarli. Finita la battalgia, Finrod fece un giuramento di aiuto in ogni necessità a Barahir e a tutti i suoi discendenti. In pegno di questo giuramento diede a Barahir il suo anello, l’Anello di Barahir, che attraverso i millenni giunse anche ad Aragorn.

L’occasione di rispettare il giuramento giunse dieci anni più tardi, quando alla corte di Finrod si presentò Beren, figlio di Barahir, che mostrando l’Anello chiese di essere aiutato nella sua missione: rubare un Silmaril dalla Corona di Morgoth. Finrod in persona, insieme dieci dei suoi valenti elfi, partì insieme a Beren verso la fortezza di Morgoth, Angband, ma furono catturati da Sauron, e rinchiusi nelle segrete della Minas Tirith che frattanto era stata conquistata da Sauron stesso. Qui, i valorosi elfi e Beren venivano uccisi uno ad uno dai lupi di Sauron, ma quando giunse l’ora di Beren, Finrod con un ultimo atto di forza e coraggio si liberò dalle catene, e uccise a mani nude e con morsi il lupo che era giunto a divorare Beren. Nello scontro, Finrod fu ferito a morte e proferì le sue ultime parole a Beren che aveva salvato:

“Io ora me ne vado al mio lungo riposo nelle aule atemporali di là dai mari e dai Monti di Aman. Lungo tempo trascorrerà prima che io ricompaia tra i Noldor; e può darsi che noi due non ci incontriamo più né in vita né in morte, poiché i destini delle nostre razze sono diversi. Addio!”

Finrod è infine uno dei pochi Eldar di cui viene raccontata la reincarnazione:

Seppellirono il corpo di Felagund sulla cima del colle dell’isola che era stata sua e che era tornata monda; e la verde tomba di Finrod, figlio di Finarfin, il più nobile di tutti i principi degli Elfi, restò inviolata finché la terra non fu cangiata e sconvolta, travolta da mari tempestosi. Ma Finrod s’aggira con Finarfin suo padre sotto gli alberi di Eldamar.

Perchè Finrod?

L’indiscrezione a proposito della presenza di Finrod nella serie solleva molti dubbi. Il soggetto principale della serie è dichiaratamente la Seconda Era della Terra di Mezzo, ma Amazon ha spiazzato tutti mostrandoci Valinor. La notizia riguardo Finrod non fa che rincarare la dose: si era disposti a credere che il fotogramma potesse essere tratto da una fugace sequenza di flashback, e che in ogni caso anche nelle sequenze della Prima Era difficilmente si sarebbero visti personaggi diversi da Galadriel e Sauron, altri personaggi avrebbero richiesto altre estensioni di diritti, dal momento che Il Signore degli Anelli e le Appendici contengono poco materiale su altri personaggi di questo periodo storico.

È comunque curioso che sia Finrod che i Due Alberi siano citati ne Il Signore degli Anelli, quindi nel caso di brevi sequenze e una presenza di Finrod paragonabile a quella di un cameo non sarebbero necessario per Amazon aver ottenuto in licenza diritti di adattamento da altre opere di Tolkien. Ma d’altro canto abbiamo sotto gli occhi una Tirion fedelmente costruita digitalmente, e va considerato che lo scorso 20 luglio The One Ring ha dato per confermato che «per la 1a volta in assoluto: elementi e passaggi da The Silmarillion e Unfinished Tales sono concessi in licenza da Amazon Studios per questo adattamento.»

Si spiega dunque la grande accuratezza nella trasposizione di Tirion, e anche il personaggio di Finrod potrebbe a questo punto essere molto di più di una comparsa in un flashback della sorella Galadriel.

Altre due informazioni da non trascurare: secondo The Hollywood Reporter questo fotogramma che stiamo analizzando sarebbe tratto dal primo episodio della serie, e nell’aggiornamento di luglio The One Ring ha anche spiegato che: «Gli episodi di J.A. Bayona sono un’introduzione autonoma alla serie [come un lungometraggio]». Bayona infatti dirigerà i primi due episodi della serie, come annunciato da Amazon con il trailer del team creativo della serie. Tutti questi elementi fanno sempre più propendere per l’ipotesi secondo cui sotto questo fotogramma ci sia molto di più di un relativamente breve prologo come quello della trilogia filmica di Peter Jackson.

Visto l’impatto della notizia, ci concediamo il lusso di riportare non solo quelle che i canali danno come notizie confermate dalle proprie investigazioni, ma anche i rumours. Sempre domenica scorsa, Fellowship of Fans ha raccontato una possibile sequenza del primo episodio:

Insomma, per mesi ci si era basati sull’intervista di Tom Shippey in cui si davano per off-limits gli eventi della Prima Era, mentre ora episodi come la Fuga dei Noldor sono sempre più citati nelle discussioni online e sembrano alla portata degli Amazon Studios.

Conseguentemente, Finrod stesso può diventare uno dei co-protagonisti di Galadriel, e sarebbe senz’altro il personaggio giusto per introdurre nella serie il popolo dei Nani, grazie alla profonda amicizia maturata durante la costruzione di Nargothrond, e quello degli Uomini per via del primo contatto di Finrod con gli Uomini di Bëor. Sempre che vi sia l’intenzione di portare sullo schermo questi fatti, beninteso.

Quale Attore per Finrod?

Robert Aramayo

Se poi si volesse continuare a fantasticare sulla possibilità di un Finrod davvero fondamentale nei primi due episodi della serie, chi potrebbe dare il volto a questo principe dei Noldor?

Nella mente di chi scrive si fa strada l’azzardata congettura secondo cui l’ignoto volto del primogenito di Finarfin possa essere quello di nientemeno che Robert Aramayo. La maggior parte dei rumours aveva battezzato Elrond come ruolo del giovane attore, ma nessuno si era davvero sbilanciato. Una delle notizie più interessanti ultimamente era stata quella di Fellowship of Fans secondo cui Aramayo avrebbe recitato in più scene coi Nani che sarebbero confluite nei primi due episodi della serie. Forse che quelle scene non saranno rapporti diplomatici tra Eregion e Khazad-dûm, bensì il racconto dell’alleanza che darà a Finrod il nome di Felagund?

Tutto dipende dalla semplice incognita del soggetto dei primi due episodi al di là del fotogramma che abbiamo analizzato in questo articolo. Se si dovesse scoprire che i primi due episodi sono ambientati soltanto nella Prima Era, Elrond sarebbe davvero fuori gioco sotto la regia di Bayona. Ma qui ci fermiamo, per non esagerare con le supposizioni.


Per approfondire ulteriormente tutto quello che c’è da sapere sulla Serie Amazon, visita la sezione del sito dedicata e aggiornata:

Lascia un commento