“Il Signore degli Anelli” torna al cinema

L’evento dagli Stati Uniti a Bangkok

L’operazione di remaster in 4K per il mercato home-video è stata poi sfruttata anche per celebrare in questo 2021 il ventesimo anniversario della distribuzione al cinema de La Compagnia dell’Anello, la prima parte della trilogia cinematografica di Peter Jackson.

Le proiezioni celebrative infatti si sono già tenute in altre parti del mondo, a partire dagli Stati Uniti nel mese di febbraio, in Cina nella seconda metà di aprile e a Bangkok in maggio.

Negli Stati Uniti, per quanto i fan più irriducibili non hanno potuto fare a meno di partecipare all’evento, l’entusiasmo generale è stato decisamente smorzato dalla situazione epidemica, e le incertezze sul ritorno in sala hanno fatto sollevare anche numerose polemiche nei confronti della Warner Bros e la IMAX, accusate di sottovalutare le circostanze influenzate dal COVID.

Ebbene sì, le proiezioni statunitensi hanno costituito un particolare primato per la riduzione cinematografica de Il Signore degli Anelli: è stata la prima volta che i tre film sono stati proiettati su schermi IMAX.

Sarebbero state 141 le sale in cui le proiezioni hanno avuto luogo, un numero che equivale 66% delle sale IMAX sul suolo degli Stati Uniti.

Anche in Cina gli schermi IMAX non sono mancati per questa distribuzione speciale (ce ne sono più di 700 nello stato più popoloso del mondo), ma parallelamente anche altre tecnologie di proiezione sono state impiegate per la prima volta per i film di Peter Jackson: le pellicole sono state proiettate nei formati China Film Giant Screen e Cincity, entrambi sviluppati da compagnie cinesi come si può intuire dal nome.

L’evento in Italia

E nel Bel Paese? Le sale coinvolte saranno di un discreto numero su tutto il suolo nazionale, anche se qualcuno pur di vedere il film sarà costretto a fare qualche spostamento, soprattutto gli abitanti delle zone non di città: non mancano cinema multisala anche affermati che purtroppo non hanno in programmazione la proiezione.

Ad ogni modo, vi consigliamo anzitutto di tenere d’occhio la programmazione del vostro cinema di fiducia, e secondariamente segnaliamo che il motore di ricerca Google ha integrato la programmazione dei cinema nei suoi risultati: per esempio vi basterà cercare “La Compagnia dell’Anello al cinema” seguito dal nome della vostra cittadina o del capoluogo di provincia e Google vi mostrerà le sale più vicine i cui schermi saranno a vostra disposizione per rivivere l’avventura di Frodo e compagni, indicando anche i giorni e gli orari delle proiezioni.

Va inoltre segnalato che saranno coinvolte in particolare i cinema della catena UCI:

Aprendo i vari link del post, verrete subito reindirizzati al sistema di prenotazione dei film nei cinema UCI, per scegliere sala e giorno di proiezione. Proprio dalla sezione commenti di questo post abbiamo la conferma che le proiezioni in Italia non potranno competere del tutto con quelle che si sono già svolte all’estero: non sono state riservate sale IMAX per l’evento.

Ad ogni modo sarà la miglior occasione per celebrare tre film che hanno conquistato 17 premi Oscar e che hanno dato una grande spinta al fandom tolkieniano in Italia e nel mondo. Chissà se, dopo venti anni, il successo di allora potrà in parte replicarsi e avvicinare maggiormente a Tolkien nuovi giovani e ragazzi della Generazione Z, che hanno più dimestichezza con gli universi cinematografici della Marvel e dell’ultima trilogia di Star Wars ma che siamo certi resterebbero affascinati dalla leggendaria Terra di Mezzo, soprattutto in questa sua nuova veste.

Un plauso va anche a chi dentro Warner Bros Italia ha lavorato per rendere possibile questo evento: grazie a questa iniziativa, l’edizione 4K non sarà un privilegio di chi può permettersi non solo il prezioso cofanetto uscito a dicembre, ma anche tutta l’attrezzatura necessaria per riprodurre al meglio i dischi (schermo 4K, lettore Blu-ray 4K Ultra HD e sistema audio surround compatibile con Dolby Atmos). Il Signore degli Anelli di Peter Jackson tornerà a riempire le sale e unire gli appassionati.

Lascia un commento