“Il Signore degli Anelli” torna al cinema

La Terra di Mezzo come non l’avete mai vista: l’edizione 4K

I film verranno proiettati nella nuova edizione 4K, con il montaggio teatrale, non quello dell’edizione estesa.

In cosa consiste l’edizione 4K? Proprio in vista del ventesimo anniversario de Il Signore degli Anelli, l’1 dicembre 2020 è stata distribuita per l’home-video questa nuova edizione della trilogia, sia in versione estesa che teatrale. Propriamente, il 4K è lo standard di risoluzione video che corrisponde a 4096×2160 pixel, una risoluzione doppia rispetto a quella del 2K, che per intenderci coincide con quella denominata 1080p sulle piattaforme online di video come YouTube.

La particolarità dell’edizione 4K de Il Signore degli Anelli è che la sua realizzazione è stata supervisionata, sequenza dopo sequenza, da Peter Jackson stesso, il regista dei film, come illustrato in questo video promozionale

Stupisce sentire Peter Jackson affermare che i suoi adattamenti dei romanzi di Tolkien sarebbero inconsistenti: l’operazione di rimasterizzazione infatti non ha interessato solo Il Signore degli Anelli, ma anche Lo Hobbit, e le due trilogie sono sempre stati anche esteticamente e visivamente due prodotti diversi, ma lo stesso si può dire anche per i singoli tre film della prima trilogia se si ha un occhio esperto.

La rimasterizzazione in 4K ha dato a Peter Jackson l’occasione di rimettere mano a tutti e sei film per renderli più che mai un film unico, cosa che non erano originariamente dal momento che le due trilogie sono state girate a distanza di anni. Sono stati aggiustati soprattutto i colori e alcuni effetti speciali: l’intenzione è stata quella di aggiornare i film secondo gli standard audiovisivi di oggi.

L’operazione è riuscita? Pochi giorni il rilascio dei Blu-ray dei film effettivamente i social si sono riempiti di confronti tra i fotomontaggi presi da edizioni diverse del film, e gli addetti ai lavori si sono pronunciati favorevolmente quando non ammirati e conquistati.

Tra gli entusiasti della nuova edizione troviamo anche Bill Hunt che ha scritto un’esaustiva recensione per il sito The Digital Bits:

Sono ventitré anni che recensisco professionalmente la qualità di Blu-ray e DVD su The Digital Bits, e la qualità 4K Ultra HD negli ultimi quattro di questi anni. E non credo di aver mai visto una rimasterizzazione 4K che facesse così tanta differenza rispetto a una precedente versione Blu-ray.

Come spiegato nella recensione, i tre film sono stati girati fotochimicamente su pellicola 35mm in formato Super 35 utilizzando cineprese Arriflex, Arricam, Mitchell e Moviecam con obiettivi Zeiss Ultra Prime e Angenieux Optimo. Per questa nuova rimasterizzazione Ultra HD, Park Road Post (una struttura di post produzione neozelandese di proprietà di WingNut Films) e ha scannerizzato il negativo originale della telecamera in 4K, poi ha sovracampionato le riprese con effetti speciali aggiunti digitalmente (originariamente in risoluzione 2K) per creare un Digital Intermediate 4K nuovo di zecca con il corretto rapporto 2,39:1. Il colore del film è stato poi completamente re-gradato da zero, un processo che ha incluso un nuovo grading per l’High Dynamic Range. Tutto questo è stato personalmente supervisionato e approvato dal regista Peter Jackson.

I colori! Non ho nemmeno le parole per descriverli adeguatamente. Sono accurati e riccamente saturati, con sfumature deliziosamente più ampie che mai. E ogni volta che gli Elfi appaiono, specialmente a Gran Burrone e Lothlórien, sono davvero luminosi. Ma ecco la cosa più importante: considerando che nel precedente Blu-ray c’erano molte inquadrature con effetti speciali in cui gli sfondi e le creature in computer grafica non si abbinavano molto bene con le parti riprese dal vivo in termini di colore e contrasto, rendendo così più evidente che erano effettivamente riprese con effetti. Lo stato dell’arte della tecnologia di gradazione delle immagini oggi significa che quegli elementi sono ora perfettamente miscelati insieme in 4K . Quindi l’intero film ora sembra più coeso, più completo di quanto non sia mai stato prima.

Sono anche lieto di aggiungere che non sembra esserci stato alcun tentativo di “aggiornare” o “rifare” gli effetti visivi in ​​questo film con effetti speciali più recenti e rivisti (in una sorta di sforzo alla Star Wars: Special Edition).

Fa eccezione un 30% di sequenze de La Compagnia dell’Anello che conteneva effetti speciali ma a suo tempo non venne digitalizzato bensì trasposto su pellicola con tecniche tradizionali.

Queste mostrano una perdita più evidente di dettagli fini, e hanno anche un aspetto leggermente più elaborato digitalmente. Inoltre non c’è praticamente nessuna grana visibile – questo potrebbe essere dovuto al fatto che un po’ di riduzione digitale del rumore è stata usata all’epoca, o potrebbe essere perché le riprese completate sono un paio di generazioni dopo il negativo originale, o potrebbe essere un po’ di entrambi. Queste inquadrature sono sparse qua e là per tutto il film, ma sono più evidenti all’inizio – quasi tutte le inquadrature delle “gag in scala” di Gandalf, Bilbo e Frodo a Casa Baggins sono di qualità leggermente inferiore. Ma per favore tenete a mente, mentre dico questo, che anche queste inquadrature sono notevolmente più belle qui che sul precedente Blu-ray.

In definitiva guardare Il Signore degli Anelli con questo nuovo master 4K è come rivedere il film per la prima volta.

(segue a p.3)

Lascia un commento