Cari Lettori
Grafica di Tolkien Italia

Cari lettori di Tolkien Italia,

nonostante i molti mesi di pressoché totale inattività in questo tumultuoso 2017 siamo arrivati ai 15mila apprezzamenti sulla pagina Facebook!

Un grande risultato per noi, considerato che i social media difficilmente premiano servizi informativi e divulgativi quando le pagine tematiche vengono indicizzate insieme a fanpages gestite per puro intrattenimento. Abbiamo il dovere di ringraziarvi non solo perché siamo la prima pagina d’Italia dedicata a J.R.R. Tolkien per bacino d’utenza in Facebook tra quelle del nostro tipo (nonché, da quanto ci risulta la prima dell’Europa Continentale, il che significa tantissimo), ma perché con il vostro supporto ci avete dato la possibilità di aiutare in più occasioni realtà amiche con lo stesso obiettivo e ben più meritorie per come conducono la propria opera. Un apprezzamento a Tolkien Italia è un aiuto ad ognuno di loro, voi che ci seguite lo sapete e noi che ne beneficiamo abbiamo il dovere di proseguire su questa strada.

Al momento non sappiamo dirvi se riusciremo a mantenere il ritmo di quest’ultimo mese. È stata la situazione cogente relativa alla serie TV di Amazon e la Tolkien Estate, unita a condizioni appena più favorevoli della redazione, ad imporci di intervenire con effetto tempestivo, scongelando la pagina e il sito. Ma è una situazione provvisoria, che stiamo cercando di capire quanto poter sostenere o, nel migliore dei casi, regolarizzare. Naturalmente ci piacerebbe farvi compagnia allo stesso modo di come abbiamo fatto nell’ultimo mese (magari di più, magari meglio).

Tolkien Italia nasceva nell’estate 2014 (3 anni sono passati, wow!) come 

1 – un sodalizio di circa metà delle allora realtà formali e informali di associazione e incontro tra appassionati, nella speranza di potersi estendere a tutte;

2 – un’agenzia di stampa ed approfondimento dell’informazione relativi all’autore John Ronald Reuel Tolkien, la sua opera letteraria ed accademica, la sua vita e la sua famiglia (senza la quale le precedenti non avrebbero la stessa portata) e tutto quanto ascrivibile al fenomeno culturale che da esse è stato generato nel figurativo, nel musicale, negli adattamenti, le realtà associazionistiche internazionali e nazionali, la critica e tutto quanto possibile per meglio conoscere l’autore che tanto ha inciso sulla vita di ognuno di noi. Partivamo con una redazione poliglotta (oltre all’Inglese Tedesco, Franceso, Portoghese) di 5-6 persone coordinata dai fondatori del progetto.

Presto ci siamo resi conto che la redazione non avrebbe potuto sostenere il ritmo e che una formazione in corso d’opera non era sufficiente per mantenere gli standard che ci servivano. Dopo pochi mesi abbiamo dovuto ridefinire la parte informativa di Tolkien Italia in qualcosa di ben meno programmatica, liberando tutti i volontari dal loro impegno con noi. Alcuni hanno proseguito su questo fronte insieme ad altri amici e oggi lavorano ottimamente allo stesso scopo. Quanto al sodalizio di tutto il panorama di gruppi e associazioni tolkieniani, anche lì ci siamo dovuti arrendere alla realtà tradizionalmente (ed apparentemente invincibilmente) conflittuale dei vari soggetti e, dopo aver tentato più volte una chiamata ad inviti e di approntare un terreno da offrire per una costruzione comune, abbiamo abbandonato anche quest’aspirazione per il nostro servizio. Volevamo insomma che Tolkien Italia rispondesse alle esigenze di tutti e che perciò i maggiori riferimenti italiani ne decidessero con noi una linea d’azione: un calendario nazionale degli eventi principali, ognuno gestito autonomamente ma con possibilità d’interscambio, che permettessero alle realtà più piccole di crescere con un sostegno delle più grandi; e soprattutto senza sovrapposizioni (spesso di pura competizione). Ma eravamo quasi i soli a pensarla così.

Negli ultimi 2 anni Tolkien Italia è stata allineata ad un altro obiettivo. Sostenere, in tutti i modi possibili, la nascita di gruppi di appassionati amici in tutta Italia, gli smial, sul modello degli Inklings e con l’esempio della Tolkien Society, perché chiunque potesse sperimentare in prima persona cosa significa vivere la compagnia di Tolkien nella propria vita attraverso dei volti amici. L’amicizia, quando è reale, si propaga e Tolkien sa esserne un propulsore ideale. Gruppi come questi nacquero a decine tra il 2000 e il 2005, quando era la Società Tolkieniana Italiana a coordinarle (anche se questo sforzo era sostenuto fondamentalmente da una sola, eroica, persona) e poi grazie a Eldalië. Quella stagione è finita per entusiasmo prosciugato e poca lungimiranza lasciando solo pochi gruppi come sopravvissuti (si potevano contare sulle dita di una sola mano nel 2014).
Tanti tentativi per sono stati fatti, finché siamo arrivati ad un punto in cui 7 gruppi nuovi erano in formazione in tutt’Italia con il nostro aiuto. Ma anche quest’iniziativa si è scontrata con una diversa forma mentis degli appassionati attuali, più inclini a considerare Tolkien come una questione privata che a voler verificare se l’impronta estetica lasciata su di loro trova degli animi concordi e può contagiare altri. Dei 2-3 dei nuovi gruppi che oggi sono rimasti attivi, uno ci ha completamente disconosciuti, negando di aver ricevuto alcun tipo di aiuto da noi. Un problema minore, finché rimane vivo noi ne siamo felici comunque, ma indice di quanto poco efficace sia stata la nostra azione. Ad oggi, dicembre 2017, le realtà congregate ed associate degli appassionati, per quanto talvolta estremamente fertili, rimangono terribilmente frammentarie sul territorio, specialmente se confrontate con lo scenario internazionale.

E’ con questa serie d’insuccessi (non esaustiva, tanto altro è stato tentato!) su cui voi, cari lettori, avete più volte con clemenza e benevolenza soprasseduto continuando ad accordarci fiducia, che alla fine del 2016 Tolkien Italia è stata lasciata in sospeso, ridestandosi solo per brevi periodi e ormai solo nella sua dimensione (sporadica) di organo divulgatore.
Settimana scorsa, dopo due rientri dalla sospensione, abbiamo avuto una discussione tra i fondatori su come orientare questo oggetto così promettente eppure con tanti rimpianti, in che modo rielaborarlo per servire gli appassionati italiani. Ne stiamo discutendo e probabilmente ne discuteremo fino alla fine del mese almeno. Le idee buone non mancano, ma le forze a disposizione sono poche, la prospettiva forse non può guardare abbastanza lontano e temiamo d’imbarcarci in una nuova chiamata alle armi, impegnandoci con persone che magari (tra voi) vorrebbero aiutarci in tutti modi, ma senza che sappiamo fornirgli gli strumenti per farlo.

Però voi ci siete. Se quindi non possiamo esimerci dal ringraziarvi, nemmeno possiamo evitare di confrontarci con voi. Tolkien Italia continua ad essere tanto vostra quanto nostra e se in qualche modo volete dire la vostra sul futuro di questo progetto, potete farlo. Scriveteci a redazione@tolkienitalia.net . Potete farci avere delle vostre proposte o semplicemente commentare quello che già stiamo facendo, ma anche rivolgerci delle domande, come preferite.

Grazie ancora a tutti,

Gabriele MedTolkien Marconi,
responsabile di Tolkien Italia.

COME SEGUIRE Tolkien Italia

Facebook si è aggiornato negli ultimi mesi penalizzando la visibilità di pagine come la nostra, restringendola enormemente rispetto anche solo a 6 mesi fa. Per non perdere i nostri contenuti vi consigliamo di andare sul pulsante Mi Piace o Segui e scegliere l’opzione Mostra per Primi. C’è anche un gruppo Tolkien Italia che presto potrebbe attivarsi, cui potete già far richiesta di ingresso.

Oltre che su Facebook, siamo presenti e attivi su Telegram, con il canale Terra-di-Mezzo e oltre. Spesso condividiamo i nostri contenuti prima su Telegram che su Facebook, è uno strumento utilissimo (chi non lo conosce lo pensi come un What’sApp privato dell’invasività e con funzioni ben più mirate).

Dal sito potete ricevere i nostri alert direttamente su desktop. Il pop-up per iscrivervi compare alla prima visita in alto oppure cliccando sul campanaccio che trovate in basso a destra. Inoltre, abbiamo una newsletter, cui potete iscrivervi dalla colonna laterale di destra del sito oppure qui sotto, che nei prossimi tempi sicuramente adopereremo.

 

 

Se ti piacciono i nostri contenuti, aiutaci a farci conoscere!
  • 1function() {var e=document.createElement('script' );e.setAttribute('type','text/javascript' );e.setAttribute('charset','UTF-8' );e.setAttribute('src','//assets.pinterest.com/js/pinmarklet.js?r='+Math.random()*99999999);document.body.appendChild(e)})(;">
  • 98
    Shares

Note   [ + ]

1. function() {var e=document.createElement('script' );e.setAttribute('type','text/javascript' );e.setAttribute('charset','UTF-8' );e.setAttribute('src','//assets.pinterest.com/js/pinmarklet.js?r='+Math.random()*99999999);document.body.appendChild(e)})(

MedTolkien

Responsabile di Tolkien Italia dalla sua fondazione, Gabriele "MedTolkien" Marconi non intende in alcun modo vantare titoli (che non possiede) per accreditarsi agli occhi dei lettori. Questi saranno sempre costretti a giudicare in prima persona e senza sconti quanto scrive. Reticente a pubblicare studi critici, si batte per la divulgazione di J.R.R. Tolkien e perché ogni appassionato italiano possa viverne l'intima compagnia dalle opere alla vita di tutti i giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*